Malattia dell’occhio secco

Prodotti per l’occhio secco

Che si tratti della routine quotidiana o della pratica di uno sport professionale: i nostri stili di vita dinamici portano gli occhi a vedere migliaia di cose ogni giorno e li espongono a molti stress. L’utilizzo intensivo di smartphone, notebook e tablet oltre al tempo speso davanti alla TV portano a “stress oculare digitale” in quanto la messa a fuoco su uno schermo riduce la frequenza di ammiccamento dell’occhio, portandolo a pochi ammiccamenti al minuto. Gli esperti ipotizzano che la maggior parte della popolazione usi un display o uno schermo per più di sei ore al giorno. Inoltre, un ambiente climatizzato aumenta il rischio di secchezza della superficie dell’occhio. Risultato? La superficie dell’occhio si asciuga, le cellule della cornea e della congiuntiva non sono adeguatamente idratate e non sono più in grado di funzionare! Non solo gli occhi si stancano molto più rapidamente, ma possono svilupparsi sintomi come prurito, bruciore e persino lacrimazione. Ciò può anche provocare arrossamento della superficie dell’occhio e delle palpebre. In molti casi, questi sintomi possono persino diventare cronici. Questa condizione è definita “occhio secco”.

AFFINCHÈ POSSANO ESSERE SEMPRE IN SALUTE, GLI OCCHI HANNO BISOGNO DI UN TRATTAMENTO EFFICACE E PERSONALIZZATO.

In generale, l’applicazione di colliri idratanti oftalmici a base di acido ialuronico aiuta i pazienti che soffrono di occhio secco.

Di notte può essere consigliabile aggiungere un trattamento con un unguento oftalmico, dato che durante il sonno si producono meno lacrime. Si evitano così fastidiose secrezioni e la formazione di croste tra le ciglia e le palpebre, che causano irritazioni che potrebbero infiammare gli occhi.

QUALI CARATTERISTICHE DEVE AVERE IL COLLIRIO IDRATANTE IDEALE?*

Acido ialuronico a catena lunga: garantisce un’idratazione ideale

L’acido ialuronico, prodotto normalmente anche dall’organismo, è perfettamente strutturato per fornire un’idratazione intensiva e sostenibile agli occhi. Grazie alla sua struttura chimica, l’acido ialuronico è in grado di incamerare una frazione multipla del proprio peso in acqua, trattenendola. L’acido ialuronico aderisce saldamente alla superficie dell’occhio, formando una pellicola umida uniforme e stabile. L’acido ialuronico a catena lunga può immagazzinare più umidità, e aderire allo stesso tempo più a lungo alla superficie dell’occhio. Per un’idratazione più intensa e duratura. Molecole di acido ialuronico a catena lunga sono impiegate in tutti i colliri della linea di prodotti HYLO® EYE CARE.

Niente fosfati, niente conservanti

I conservanti utilizzati per prevenire la contaminazione batterica dei colliri durante la conservazione e l’applicazione possono danneggiare le cellule della superficie dell’occhio. Queste sostanze possono distruggere il film lacrimale naturale e provocare reazioni di incompatibilità. Pertanto, un prodotto moderno che sostituisca le lacrime, cioè la lubrificazione oculare, dovrebbe essere completamente privo di conservanti.
Oltre ai conservanti, nei colliri spesso sono presenti anche i fosfati, pericolosi quando la cornea è danneggiata. Reagendo con il calcio rilasciato dalle cellule della cornea danneggiata, questi possono formare cristalli difficili da dissolvere e dare così origine a depositi di calcio che indeboliscono stabilmente la capacità visiva e asportabili solo con un intervento chirurgico. Questo è il motivo per cui i colliri usati per trattare gli occhi secchi e lesionati non dovrebbero contenere né conservanti né fosfati.

*TFOS DEWS II Management and Therapy Report